– Militari in Zimbabwe: da veterani di guerra a bracconieri di rinoceronti

25 01 2010

Kenya, ranger mostrano corni di rinoceronte sequestrati ai bracconieri (greenreport.it)

Kenya, ranger mostrano corni di rinoceronte sequestrati ai bracconieri (greenreport.it)

HARARE – Innamorati delle armi. Non importa se utilizzate per combattere uomini o catturare animali. I veterani di guerra dello Zimbabwe per anni si sono dati battaglia in un sanguinoso scontro civile fra i due schieramenti: quello di Mugabe, attuale presidente del Paese, contro quello di Tsvangirai, premier del governo in corso. Alla fine è arrivato l’accordo: al primo spetta la guida delle forze armate, al secondo rispondono le forze di polizia. Gli enti di sicurezza dello Zimbabwe sono quindi spaccati, ma quantomeno hanno smesso di sparare. Sugli uomini, si intende. Perché le pallottole che prima venivano esplose contro le persone adesso spettano agli animali. Riporle in uno scaffale, destinandole ad un destino di buio e polvere non sarebbe stato, a loro giudizio, abbastanza glorioso. Soprattutto se con quelle pallottole puoi farci soldi. Molti soldi. Questo è uno dei rischi che si corre quando non si riesce a collocare con efficienza i reduci di guerra: se non ci pensa lo Stato, l’uomo trova sempre un’occupazione fai da te (il più delle volte illecita).

Frode – Corni di rinoceronte. Preziosissimi e ricercati dai collezionisti di tutto il mondo (un recente articolo del sito Tutela Fauna denuncia addirittura l’abbattimento in Sud Africa in un solo giorno di 34 esemplari, numeri da rischio estinzione). I veterani di guerra dello Zimbabwe hanno pensato bene di mettere la loro esperienza bellica (maturata in anni di duri conflitti civili) a servizio dei bracconieri. Con un solo scopo: guadagnare. Il più possibile, dato che gli scontri armati nel Paese (fortunatamente) non pagano più. Ai militari spetta la cattura degli animali. Ai trafficanti la vendita e lo spaccio dei corni. Molti dei veterani, visti i grandi ricavi, sono diventati loro stessi cacciatori e mercanti. Le procedure di cattura sono varie: la più classica consiste nel piantare dei cavoli avvelenati vicino alle fonti d’acqua dove gli animali bevono ogni giorno. Dopo essersi rinfrescati, i rinoceronti mangiano i cavoli e muoiono dopo una lunga agonia “regalando un prezioso bottino di guerra”. Inutile ricordare che la caccia e la vendita dei corni di rinoceronti è illegale. Il governo dello Zimbabwe ha provveduto a collocare delle squadre di ranger per salvaguardare i mammiferi e il loro habitat. La risposta dei veterani-bracconieri è stata imbracciare le armi riposte tempo fa negli armadi. Recenti scontri a fuoco hanno portato alla morte sia di guardie che di cacciatori.

Rinoceronte dopo l'amputazione dei corni da parte dei cacciatori (tutelafauna.it)

Comunità – «Il problema è che i nostri bovini bevono dalla stessa sorgente», ha dichiarato uno dei portavoce più illustri dello Zimbabwe, Nelson Maponga. «Molti animali sono morti oltre ai rinoceronti: questo potrebbe causare gravi problemi per la popolazione». Problemi che vanno dalla mancanza di risorse come carni commestibili, all’avvelenamento delle stesse. Fra le possibili conseguenze rientrano gravi disturbi intestinali alla popolazione, fino ad arrivare alla morte. Maponga ha poi aggiunto che i veterani non si limitano a decimare la fauna: numerosi alberi sono stati abbattuti per poi vendere legna, causando gravi danni alla flora locale. Ci sono reduci che non riescono a fare a meno del rumore degli spari. Soprattutto se non rischi la vita e riempi le tasche.

Ivano Pasqualino

Annunci

Azioni

Informazione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: