– La regina fantasma dell’Afghanistan

29 11 2009

La "regina fantasma" Zinat Karzai, 39 anni (Google)

KABUL – Ricordate le principesse imprigionate nelle torri dei castelli? Nascoste dietro sbarre di ferro, protette dalla solita parola d’ordine segreta e da un drago che sputava fuoco. All’ombra del XXI secolo tutto cià sembra fantasia. Ma non è così. Esiste una principessa che ha passato tanti anni all’ombra del suo principe, oggi diventato il “re” dell’Afghanistan chiamato Hamid Karzai. Una principessa diventata regina nel 1999 con un matrimonio combinato: lo sposo Karzai è infatti un suo lontano parente. La moglie del re risponde al nome di Zinat Karzai, è una ginecologa di 39 anni che ha lavorato in Pakistan tra i profughi durante il regime talebano. La regina inoltre ha già regalato al marito un figlio di due anni. Eppure pochi conoscono la sua storia.

Nascosta – Siamo abituati a vedere le regine vestite di diamanti e abiti di gala. Per Zinat la questione è differente. Si fa fatica persino a vederla questa donna. Molti dubitavano addirittura che Karzai fosse realmente sposato, talmente poche sono le apparizioni in pubblico di Zinat. Un articolo firmato da Viviana Mazza su Sette racconta: «Un’attivista che la conosce bene ha detto alla Bbc che la first lady le avrebbe confessato: “Non posso uscire senza permesso, a mio marito non piace”». Parole che forse suoneranno strane, soprattutto se si considera che Karzai è l’uomo su cui l’Occidente punta dal 2001 per “liberare” le donne in Afghanistan portando la democrazia. E se si prova a interrogare la regina fantasma sull’argomento, lei risponderà che la loro «è una cultura conservatrice, non possiamo esagerare o offenderemo la gente». Eppure Zinat domenica 8 marzo ha preso parte alla cerimonia International Women’s Day 2009, proprio a Kabul.

Cucina –A Zinat piace distrarsi leggendo tomi di medicina. O inventando in cucina: qui infatti i ruoli sono invertiti. Lì è la regina fantasma che comanda, anche perché “passa” molto del suo tempo in casa. «Mi ha fatto giurare che non preparerò più di due portate a cena. Se ne cucino tre si arrabbia e non mangia: sono troppe col Paese in questo stato», confida Zinat. E se le cucinasse lui le portate?

Ivano Pasqualino

Annunci

Azioni

Informazione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: